LA ROSA TATUATA

regia Alessandra Ingoglia

con Maria Teresa Galati, Alessandra Ingoglia, Marco Montanari

scenografia Alessio Girella

organizzazione Caterina Consolati

anno di produzione: 2015

Questo spettacolo è la storia di molti amori.

Scritto da Williams per il suo compagno di origini italiane, racconta dell'amore di Serafina, immigrata dalla Sicilia negli Stati Uniti per sposare Rosario Delle Rose, e incantata dalla sua divina, dionisiaca sensualità.

Ed è, anche, la storia di cosa accade quando affrontiamo un lutto: dalla non accettazione al rimpianto, alla dolcezza quieta di un distacco che trova conforto in una qualche fede, alla furia di una ferita che non si sana, all'indifferenza del mondo che continua a girare, al “chi vive si dà pace”.

Per me è, anche, un sguardo sorridente alle mie origini, alle voci di quella terra di Sicilia da cui molti sono scappati per cercare fortuna oltremare, come i personaggi della nostra commedia, una terra irreale, esotica e avvolta di mistero, vista sempre attraverso la pelle delle mie estati, che non mi appartiene – che “è quasi ricordo, e in odor di passato”.

E nasce dall'urgenza di una domanda: perché non sappiamo riconoscerci nei migranti che oggi affrontano il mare, perché non sappiamo vincere la paura e, guardandoci allo specchio, vedere i nostri volti di meno di un secolo fa?

Alessandra Ingoglia

Dedicato a Gianluigi Vitali

Foto di Alessandro Brasile
Video di Paolo Bonfanti
Associazione culturale MatèTeatro
C.F. 95171600166 | P. IVA 03516390162
Sede legale: Bergamo, via Borgo Palazzo 90
Sede operativa: Upperlab, Bergamo, via Pescaria 1/A
info@mateteatro.it | 340/9751223