Teatro da bar

Il teatro più invasivo ed infestante incontra il pubblico. Canzoni stonate, pezzi di teatro brillante e un sarchiapone sempre in borsetta(*).

 

Particolarmente adatto a spazi non teatrali, è uno spettacolo di teatro brillante, plasmabile e adattabile a diversi contesti. Si compone di brevi brani recitati rigorosamente d’autore (dialoghi o monologhi) di genere comico o umoristico. Il Teatro da bar è stato replicato con successo in spazi all’aperto o al chiuso adattandosi perfettamente alle strutture più diverse (piccoli bar, antiche corti, cortili di gallerie d’arte). Il tema è variabile in base ai contesti e alla serata: in scena due attrici che recitano e dialogano direttamente con il pubblico, che diventa il terzo attore sulla scena.

Il Teatro da bar nasce e funziona come spettacolo per due attrici, ma può essere arricchito dalla

presenza della musica dal vivo.

 

(*) Nessun sarchiapone è stato maltrattato in scena: per il sarchiapone, la borsetta è l'habitat naturale. MatèTeatro è amica del sarchiapone.

1. Attrici da bar

MatèTeatro coinvolge gli spettatori in un periglioso percorso attraverso pezzi di storia della comicità al femminile. Attrici da bar è un immaginario viaggio alla scoperta della donna rappresentata a teatro e, più in generale, alla ri-scoperta della donna nella realtà del giorno d'oggi, prendendo a prestito le parole di Franca Rame, Dorothy Parker, Franca Valeri e altri autori del teatro e della letteratura che hanno saputo, con ironia, far riflettere in modo a volte feroce sulle contraddizioni sociali legate al genere.

2. non ci capiremo mai

Ionesco aveva capito tutto. E anche i Monty Python avevano capito tutto.  Allora diamo ragione a tutti e non se ne parli più, prendiamo un po' da lui e un po' da loro e mettiamo in scena uno spettacolo coupé per sorridere sulle alterne fortune e fortunali della vita a due. Perché anche noi, di fatto, siamo una coppia, rivendichiamo il nostro diritto a dire la nostra con questo spettacolo che è un elogio al numero due e ai suoi deliri. Due come Vianello e Tognazzi, il bue e l’asinello, come i carabinieri, il comico e la spalla, due come le tre caravelle.

3. giù il gettone

Con Alessandra Ingoglia, Maria Teresa Galati e la loro orchestra.

 

Le attrici di MatèTeatro, i loro suonatori, il pubblico e un repertorio teatrale di 40 pezzi comici, da Michele Serra a Bice Valori. Le Matè si mettono alla prova e sfoderano un ventaglio di sketch, monologhi e letture, scelti dal pubblico; una platea che, come al Luna Park, gioca, tira al bersaglio, sceglie il palloncino, e poi si gode il proprio premio. Il copione dello spettacolo non lo conosciamo nemmeno noi.

Bergamo Buskers Festival 2016
Bergamo Buskers Festival 2016
Bergamo Buskers Festival 2016
Bergamo Buskers Festival 2016
Bergamo Buskers Festival 2016
Bergamo Buskers Festival 2016
Bergamo Buskers Festival 2016
Bergamo Buskers Festival 2016
Bergamo Buskers Festival 2016
Bergamo Buskers Festival 2016
Bergamo Buskers Festival 2016
Bergamo Buskers Festival 2016
Bergamo Buskers Festival 2016
Bergamo Buskers Festival 2016
Bergamo Buskers Festival 2016
Bergamo Buskers Festival 2016
Bergamo Buskers Festival 2016
Bergamo Buskers Festival 2016
Bergamo Buskers Festival 2016
Bergamo Buskers Festival 2016
Bergamo Buskers Festival 2016
Bergamo Buskers Festival 2016
Bergamo Buskers Festival 2016
Associazione culturale MatèTeatro
C.F. 95171600166 | P. IVA 03516390162
Sede legale: Bergamo, via Borgo Palazzo 90
Sede operativa: Upperlab, Bergamo, via Pescaria 1/A
info@mateteatro.it | 340/9751223